Recensione Huawei P8

29 Luglio 2015

Vediamo oggi come si comporta il Huawei P8 che ho avuto la possibilità di testare per un mese, grazie ad un contest organizzato da Huawei. Cercherò di riassumere la mia esperienza d’uso attribuendo dei voti alle relative categorie.

1) Costruzione ed Ergonomia 9
Materiali e finiture premium. Metallo e vetro si fondono insieme donando un aspetto piacevole al tatto. Spessore molto ridotto 6,4 mm e fotocamera non sporgente. Peccato solo per la sensazione di eccessiva spigolosità e poco movimento nel design in quanto il telefono è un perfetto parallelepipedo.
Si riesce a maneggiare con una mano ed entra comodamente in tasca, un plus non da poco viste le tendenze dimensionali di questo periodo.

2) Prestazioni 8,5
Il processore octa core proprietario è un HiSilicon Kirin 930 a 64bit. Il sistema è fluido e reattivo e l’interfaccia Emui 3.1 è veramente gradevole e ben fatta.
A differenza delle generazioni precedenti, Huawei ha finalmente fatto il salto di qualità in termini prestazionali, con una CPU che oggi non teme assolutamente il confronto con i grandi nomi del settore. In questo momento, visto il mezzo flop dello Snapdragon 810, direi che questo Kirin 930 se la gioca davvero bene con l’Exynos dell’S6, che in questo momento rappresenta un punto di riferimento per il settore.
Tutto questo si traduce in un’esperienza quotidiana assolutamente al top, non ci sono praticamente mai impuntamenti, la navigazione web viene gestita molto bene ed anche in ambito gaming il P8 dice la sua in maniera importante.

3) Display    8
Il display è una bella unità da 5.2 pollici Full-HD con 424 PPI( punti per pollice) con una ottima riproduzione e fedeltà dei colori (in classico stile IPS LCD). Certo, i Super-Amoled hanno un impatto visivo che ha un effetto “wow”, ma personalmente prediligo una gamma cromatica più equilibrata.
Le cornici laterali intorno al display sono di spessore ridottissimo, e questo contribuisce ad un senso di spazialità, soprattutto durante la visione di filmati.
Ottima la visibilità sotto la luce del sole, ottimi gli angoli di visuale, elevatissima la luminosità, cosa che vi spingerà ad impostarla in automatico (il sensore di luminosità lavora a dovere n.d.r.) o comunque a non tenerla mai al massimo.

4) Audio e Multimedia    8,5
Molto buona la parte audio, con l’altoparlante posizionato sul bordo inferiore dello smartphone, cosa che contribuisce a non attutirne il volume anche se appoggiamo lo smartphone su di una qualsiasi superficie. L’altoparlante restituisce un audio assolutamente buono, un pò privo di bassi ma con una resa assolutamente godibile ed un volume molto elevato, che torna utilissimo con il vivavoce.
Non solo, ma Huawei integra in questo P8 un chip audio dedicato, che inevitabilmente esalta l’esperienza in cuffia.
Ottima anche la parte multimediale, con il player video che macina praticamente qualsiasi codec ed un’interfaccia che risulta essere gradevole e funzionale anche sotto questo aspetto.

5) Autonomia     8,5
Buona autonomia considerate soprattutto le dimensioni e lo spessore (2680 mah n.d.r.). Il telefono ci porta tranquillamente a sera anche con una giornata stress fatta di molte telefonate, di connessione dati e non Wi-Fi, di un paio d’ore di navigazione web, molti social, chat e qualche fotografia.
Molto interessante il software di risparmio energetico pensato da Huawei, che vi permette davvero di intervenire su tantissimi parametri qualora abbiate bisogna di un’autonomia suppletiva.

6) Software     8,5
Mi piace molto l’interfaccia Emui di Huawei, a mio avviso la più riuscita nel panorama Android per pulizia grafica e funzionalità, insieme alla Sense di Htc.
Come sempre per questo aspetto, vi rimandiamo assolutamente alla videoreview, dove potete comprendere meglio (avendo modo di vederla coi vostri occhi) l’interfaccia.
Vi ricordiamo che monta Android nella versione 5.0.2

7) Fotocamera     9
Una camera da 13 mpx che per la qualità delle foto si contende il podio con il Galaxy S6. Stabilizzatore ottico meccanico e foto superbe anche in condizioni di scarsa luce. Carina la funzione time lapse che scatta foto ad intervalli di tempo prestabilito per poi formare un filmato. Vi proponiamo di seguito alcune foto scattate dal P8.
Ottimi anche i video, girati fino al Full-HD a 30 fps (trovate il demo video sul nostro canale YouTube).

8)Ricezione      9
Per chi non lo sapesse, uno dei core-business di Huawei è la produzione delle antenne di ricezione telefonica. Per tale ragione, era lecito aspettarsi una ricezione assolutamente al top in questo P8, ed infatti così è.
L’azienda cinese ha deciso di montare all’interno del suo top gamma una duplice antenna LTE, che contribuisce in maniera determinante nel permettere allo smartphone di avere sempre segnale praticamente in ogni condizione.
Tutto questo si traduce in un’eccellente esperienza telefonica, con l’interlocutore che vi sentirà in maniera sempre chiara e comprensibile.
Ottimi anche i riscontri per la ricezione del modulo Wi-FI.

9) Voto finale   8.5

In senso assoluto
Un ottimo terminale: metallo, ottime rifiniture peso e dimensioni da taschino e fotocamera che a mio avviso ad oggi è un punto di riferimento.

In senso relativo
E’ uno dei migliori terminali nel suo segmento un ottimo prodotto ad un prezzo ragionevole.
Peccato non aver osato inserendo funzioni tipo sensore di impronte e infrarossi ormai presenti sui top di gamma Android e che avrebbero reso il terminale veramente completo.

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato