Incontro ComEduDida 2007

13 Aprile 2007

Comedudida
Come ogni anno il corso di perfezionamento a distanza ComEduDida (www.comedudida.org), da l’opportunità ai suoi corsisti, durante gli incontri faccia a faccia di arricchire le proprie esperienze e conoscenze nell’ambito della comunicazione e della didattica, attraverso esperienze dirette.

Come è successo l’anno scorso con il convegno [email protected] (del quale ho parlato qui), oltre alla consueta parte dedicata alla piattaforma, un prestigioso ospite ci rende partecipi della sua esperienza nel campo della comunicazione.
Nel 2007 l’ospite del convegno è stato Armando Traverso.
Giornalista, autore e conduttore televisivo; per le Reti Rai (Sereno variabile, La vita in diretta, E’ domenica papà), per RAISAT ragazzi, e per Radio 2 RAI (Strada facendo); inoltre è regista e sceneggiatore, fra l’altro di Tex, Diabolik e Dylan Dog; ha pubblicato Gli aggiusta fiabe (RAI ERI).

Il primo impatto, mi ha fatto scoprire di essere di fronte ad una persona estremamente simpatica, piena di verve e molto predisposta a condividere emozioni, esperienze, e con cui è un vero piacere comunicare.
Armando Traverso, ha illustrato le peculiarità del format di “è domenica papà”: un programma che sta riscuotendo un grande successo tra adulti e bambini, nonostante le difficoltà di budget e di collocazione nel palinsesto televisivo.
In seguito si è passati all’esperienza radiofonica, mettendo in evidenza che la radio è un mezzo di comunicazione “artigianale” e per questo assicura una ampia pluralità di format offerti, e soddisfa l’esigenza di molti autori che vogliono sperimentare nuovi modi di fare comunicazione.

Finito il convegno, è stato estremamente piacevole intrattenersi in compagnia Armando Traverso, per un rapido giro turistico nella città vecchia. Più passava il tempo e più mi accorgevo che Armando è così come si vede in TV: una persona estremamente piacevole, e con una curiosità contagiosa.
Gli ho confessato di essere un suo fan ai tempi di “Pista!” (un programma per bambini della metà degli anni 80 in cui ha collaborato al fianco di Maurizio Nichetti).

La considerazione che ho esternato ad Armando, riguardo il discorso dei media (radio/tv) e della diversità di approccio ad essi, è stata: “L’esplosione di Internet come nuova fonte di informazione, intrattenimento, ed esperienza multimediale, fa credere che nell’immediato futuro, siano proprio i contenuti condivisi sul web, a prevalere sui contenuti tradizionali della televisione. Con Internet, vengono a crollare delle barriere economiche e tecnologiche difficilmente superabili nel mondo della TV. Sarà quindi possibile sperimentare nuovi modi di fare TV, utilizzando anche queste nuove forme di televisione”.

I miei ragionamenti spesso si lasciano trasportare verso visioni troppo futuristiche, e il buon Armando, mi fa notare, che le informazioni video che per ora circolano su internet sono di scarsa qualità e allo stato attuale non entrano in competizione con quelle di un vero e proprio Network televisivo.

Mi sento umanamente arricchito dopo questo incontro, e spero che il rapporto con Armando Traverso, seppur limitato ad un pomeriggio, possa continuare anche in seguito, probabilmente anche con modalità diverse da quelle “tradizionali”.

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato