Le sfide e la pianificazione del Digital Learning in tempi di incertezza

Alessandro Pagano

12 Maggio 2020

In questi mesi in cui regna l’incertezza, la grande sfida dei reparti di Learning & Development si gioca indubbiamente sul terreno dell’agilità, della qualità e della resilienza.

Supportare gli utenti in formazione in questo periodo è fondamentale per poter approcciare il futuro in maniera proattiva anche se questo appare nebuloso e incerto.

Lo sviluppo professionale e il training del personale non dovrebbe mai fermarsi, a maggior ragione quando si vede la propria carriera, i propri interessi e in generale la propria vita, in fase di stallo o, peggio ancora, sul ciglio di un pericoloso declino personale e professionale.

È molto importante continuare a offrire esperienze di apprendimento significative per preparare il capitale umano alle sfide dovranno essere fronteggiate quando, progressivamente, si ritornerà alla normalità. Questi percorsi devono tenere presente tanto l’aspetto delle hard skills tanto quello delle soft skills senza tralasciare gli aspetti psicologici direttamente connessi alla situazione singolare che stiamo vivendo negli ultimi mesi.

Tutti gli interventi di Digital Learning dovranno partire da una imprescindibile verità: in un paesaggio nebuloso e imprevedibile, la capacità di adattarsi rapidamente alle mutevoli circostanze è l’unica abilità professionale che conta davvero. Ad esempio, se pensiamo al rientro a lavoro a pieno ritmo, una importantissima competenza che andrebbe sviluppata è quella del decision making sotto pressione.

Essere preparati a gestire una forte mole di lavoro può sicuramente essere un fattore critico di successo che può differenziare le aziende virtuose da quelle che subiranno l’inevitabile pressione del rientro.

A tal proposito, quali sono i punti su cui focalizzare l’attenzione nella realizzazione di interventi di Digital Learning mirati a supportare il capitale umano in questa situazione di incertezza?

La tecnologia è un aspetto secondario

Come ho avuto modo di raccontare durante un recente dibattito sul Digital Learning al “Senza Cravatta Live”, ultimamente le aziende stanno ricorrendo a soluzioni di emergenza nella trasformazione delle lezioni dalla modalità in presenza a quella online. Erroneamente si pensa che questa sia una sfida da affrontare attraverso strumenti tecnologici ricorrendo, ad esempio, alla videoconferenza. Sicuramente la tecnologia è importante per erogare questo tipo di formazione, ma è indispensabile ripensare completamente il proprio approccio e i propri contenuti. La palla passa quindi al formatore, all’Instructional Designer e a chi progetta la formazione, così come abbiamo lungamente analizzato in un precedente articolo.

Less is more

In questo momento non è necessario offrire agli utenti una vasta scelta “orizzontale” tra percorsi di apprendimento. È invece il momento di effettuare interventi mirati direttamente a colmare alle ansie e agli obiettivi dei dipendenti sia a breve sia a lungo periodo. Il pubblico non è insensibile alla condizione sanitaria globale, all’economia e allo stravolgimento della propria giornata a causa del lavoro a distanza. L’obiettivo cardine è quello di erogare esperienze di apprendimento verticali che possano aiutare a fornire un senso di progresso, produttività e a conferire uno sguardo proiettato al futuro.

La connessione sociale è un fattore chiave

Oggi molto più che in passato è indispensabile fornire opportunità di connessione con colleghi e componenti dei team di lavoro. I dipendenti cercheranno l’interazione attraverso le modalità più disparate. Dai gruppi su Facebook a quelli su WhatsApp. Questo è sicuramente un aspetto positivo, ma può rivelarsi una occasione persa se viene lasciata in balia dell’iniziativa individuale. L’opportunità da cogliere in questi contesti è quella di sviluppare una vera e propria cultura del “Social Learning” garantendo agli utenti spazi virtuali condivisi e regolamentati in cui potersi scambiare informazioni, pensieri, progetti, condividere paure, ansie e chiarire i propri dubbi attraverso l’interazione. In questi ambienti, la presenza dell’azienda è necessaria e deve fungere da elemento aggregatore. Il dipendente non deve mai sentirsi isolato e deve avere la continua sensazione di poter contare su una struttura solida alle sue spalle, che mette in atto le misure necessarie a fronteggiare l’emergenza.

Apprendimento in team

Imparare attraverso l’esperienza e le interazioni garantisce una ottima curva di apprendimento e un elevato grado di retention dei contenuti. Le esperienze di apprendimento che fanno leva sulla sfera della socialità sono senza dubbio le più efficaci e dovrebbero essere mutuate online soprattutto in periodi di interruzione della normale attività lavorativa. Nella pianificazione di interventi di Digital Learning è necessario trovare spazio per attività che supportino dinamiche collaborative soprattutto per preparare i dipendenti alle prossime sfide aziendali.

Approccio pratico

Le prossime sfide che gli utenti dovranno affrontare avranno il carattere predominante dell’urgenza e andranno affrontate con enorme senso pratico. Proprio in questo periodo in cui ci si prepara alla ripartenza è indispensabile che gli utenti possano affinare il problem solving. Nella pianificazione di un intervento di Digital Learning in tempi di crisi è indispensabile definire obiettivi di apprendimento specifici e creare un approccio basato sull’estrema flessibilità in modo che possa essere utile anche in futuro. Un approccio che propone la sperimentazione in ambienti virtuali che simulano contesti reali è il modo migliore per veicolare la formazione e mantenere la forza lavoro in allenamento.

Conclusioni

La pianificazione di strategie di Digital Learning in un periodo di estrema incertezza come quello che stiamo vivendo assume ancora più rilevanza rispetto al passato. Riunire, seppur virtualmente, il capitale umano e farlo sentire coinvolto è fondamentale per mantenere saldo lo spirito di ogni organizzazione e per essere pronti a ripartire affrontando le sfide che ci aspettano nel prossimo futuro.

Facciamoci trovare preparati.

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato