Le metriche sottovalutate nella valutazione del Digital Training

11 Novembre 2019

Le metriche utili al monitoraggio del Digital Training

È necessario definire in maniera precisa le metriche necessarie ad effettuare le analisi quantitative e qualitative del Digital Training, ma spesso ci si ferma ai soli dati relativi alla fruizione o ai test finali di valutazione.

Il monitoraggio e la valutazione di un intervento di Digital Training sono fasi fondamentali che devono essere pianificate ed eseguite in maniera rigorosa affinché possano produrre i risultati attesi.

I dati che gli utenti in formazione generano durante la fruizione dei contenuti digitali sulla piattaforma LMS costituiscono una vera miniera d’oro per chiunque voglia effettuare una analisi approfondita e tirare le somme di un intervento di Digital Training.

Il miglioramento continuo nella proposta formativa deve partire proprio dai risultati di queste analisi e dalla messa a sistema di queste evidenze.

Alcune metriche sono decisamente sottovalutate. Esploriamo quelle che, nella mia personale esperienza, si sono rivelate davvero utili.

1. Numero di visualizzazioni dei contenuti opzionali

Spesso a corredo dei moduli didattici “obbligatori” che contengono il messaggio centrale della formazione, vengono erogati dei materiali di approfondimento, a volte in formato PDF scaricabile, a volte in formato multimediale.

Analizzare il tasso di visualizzazione di questi contenuti aiuta a rispondere a diverse domande:

Gli utenti hanno avuto la voglia di approfondire? Hanno volontariamente preso il tempo per farlo? Sono stati in grado di trovare il contenuto facilmente? Se il tasso di visualizzazione di questi contenuti è elevato è evidente che il corso sia stato utile e ad elevato engagement.

2. Risposte relative alle singole domande

Effettuare una analisi sulle specifiche domande permette di individuare quali contenuti non sono stati appresi con facilità dall’utente. Le domande a cui possiamo rispondere a valle di questa analisi dettagliata sono: il contenuto è chiaro ed esplicativo? Gli utenti sono stati in grado di applicare le nozioni erogate? È necessario apportare dei cambiamenti agli oggetti didattici?

3. Doppia visualizzazione delle slides

Se un utente in formazione visita più volte la stessa slide può essere per differenti ragioni: il contenuto è stato particolarmente interessante oppure non si è rivelato chiaro dal primo istante e si è dovuto ricorrere ad una revisione per comprenderne i concetti?

In questo secondo caso si rivela necessario modificare l’oggetto didattico o inserire del materiale addizionale.

4. Ordine di visualizzazione dei contenuti

Se il corso prevede dei momenti di interazione l’analisi del comportamento dell’utente è fondamentale per capire il grado di soddisfazione, di engagement e di competitività stimolata nel caso in cui queste interazioni prevedano l’attribuzione di punteggi e siano inseriti in percorsi di gamification.

È interessante, in questi casi, comprendere quanti utenti sono sotto la soglia del punteggio medio atteso per ogni interazione.

5. Interazioni

Se il corso prevede dei momenti di interazione l’analisi del comportamento dell’utente è fondamentale per capire il grado di soddisfazione, di engagement e di competitività stimolata nel caso in cui queste interazioni prevedano l’attribuzione di punteggi e siano inseriti in percorsi di gamification.

È interessante, in questi casi, comprendere quanti utenti sono sotto la soglia del punteggio medio atteso per ogni interazione.

6. Tempo impiegato per la fruizione del corso

Non è sufficiente accertarsi che l’utente si attenga al tempo previsto per la formazione. Il dato sul tempo di fruizione è specchio dell’interesse suscitato nell’argomento e di quanto è stata efficace la sua trasposizione digitale.

La precisa pianificazione delle attività di monitoraggio dell’intervento di Digital Training è un’attività che va compiuta nella fase di design. Quanto è indispensabile monitorare deve essere definito a priori per poter impostare i giusti parametri tecnici all’interno della piattaforma LMS e durante l’authoring dei moduli formativi.

Spesso, monitorare il tempo di fruizione è un’attività che viene trascurata o che si limita ad accertare il mero completamento del corso.

Che ne pensate di queste metriche?

Le utilizzate per esaminare nel dettaglio i vostri interventi di Digital Training ?

Fatemelo sapere nei commenti!

 

Per approfondire

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato