Acquistare su Amazon. Shopping in tranquillità evitando sorprese

Alessandro Pagano

17 Dicembre 2019

Domande frequenti prima dell’acquisto

La possibilità di effettuare l’acquisto con pochi click, la sicurezza negli acquisti e la vastità del catalogo sono fattori determinati che hanno contribuito a rendere Amazon un colosso con pochissimi rivali, soprattutto in Occidente.

Spesso mi viene chiesto “Acquistare su Amazon è sicuro?” oppure “Come ci si regola con la garanzia?” “Mi aiuti nella scelta del prodotto giusto?”.

In questo contesto è doveroso fare alcune precisazioni. Su Amazon esistono articoli venduti e spediti da Amazon oppure venduti o spediti da venditori terzi presenti su “Amazon Marketplace”.

Il primo caso che analizziamo è per gli articoli venduti e spediti da Amazon. Questi possono costare di più rispetto ad articoli venduti da terzi, ma offrono un servizio post-vendita eccellente.

Prodotto venduto e spedito da Amazon

In questo caso, infatti:

  • La garanzia è fornita direttamente da Amazon che consente di effettuare il reso in maniera facile e veloce. 
  • Il reso/sostituzione/rimborso può essere richiesto per usufruire della garanzia (solitamente di 24 mesi), oppure per l’esercizio del diritto di recesso (cancellando l’ordine entro 14 o entro 30 giorni di calendario dalla consegna). Normalmente i rimborsi sono molto rapidi e vengono effettuati direttamente sul mezzo di pagamento utilizzato (ad esempio accredito sulla propria carta di credito).
  • In determinate circostanze e per alcuni prodotti, Amazon può proporre la riparazione dell’articolo inviandolo ad un centro di riparazione convenzionato. 
  • Per l’utente il processo di reso/sostituzione/rimborso è il più delle volte gratuito e al massimo può consistere nella copertura delle spese di spedizione dell’articolo ad Amazon.

Prodotto venduto da un terzo su Marketplace

Quando invece un articolo è venduto da un terzo presente sul Marketplace, quest’ultimo è obbligato ad aderire alle politiche di customer-care di Amazon. In questo caso la spedizione può essere operata da Amazon o dal venditore terzo. In entrambi i casi, la garanzia viene erogata dal terzo che si impegna a:

  • Rispondere alle richieste di assistenza entro 2 giorni lavorativi.
  • Operare il reso/rimborso se contattato entro i 30 giorni dalla ricezione dell’articolo indicando un indirizzo di spedizione in Italia.
  • Gestire le eccezioni evidenziate per articoli difettosi, danneggiati o non conformi alla descrizione.
  • Le spese di spedizione saranno eventualmente rimborsate a seconda della motivazione e della tipologia di reso/rimborso.

Ovviamente nel caso in cui il venditore contravvenga a questi dettami, sarà Amazon ad intervenire per risolvere la controversia.

Per evitare di andare incontro ad inconvenienti o lungaggini operative qualora il venditore non fosse particolarmente corretto e non si attenga a queste indicazioni, è il caso di accertarsi dell’affidabilità del venditore che opera tramite il Marketplace Amazon.

Documentarsi sul venditore è semplice ed immediato ed è possibile analizzando i feedback che ha ricevuto dagli utenti che hanno acquistato presso di lui (analogamente a quanto accade da sempre su ebay). Un venditore con numerosi feedback positivi grazie alla valutazione positiva di molti utenti è da considerare affidabile. Se ci accorgiamo che il venditore non ha feedback, ne ha pochi o peggio ancora ne ha di negativi, desistiamo dall’acquisto e scegliamo un altro venditore. È buona norma anche diffidare da articoli proposti con sconti “improbabili” o da venditori che ci contattano proponendo metodi di pagamento differenti esterni a quelli accettati da Amazon (bonifici diretti o ricariche di carte prepagate).

Il processo di acquisto che utilizzo personalmente è il seguente:

Trovare l’articolo

Effettuare una ricerca del prodotto tramite il box di ricerca Amazon o click su un link diretto all’articolo che mi interessa.

Valutare l’acquisto

All’interno della pagina prodotto consultare sempre le recensioni degli utenti che hanno effettuato l’acquisto (contrassegnati con “acquisto verificato”) per evitare sorprese o per capire di più sul prodotto se si è indecisi sull’acquisto. È utile anche consultare la sezione “domande”: possono essere di fondamentale importanza per dirimere dei dubbi sull’utilizzo del prodotto. Qualora avessimo un dubbio specifico è inoltre possibile porre una domanda agli utenti che hanno già acquistato il prodotto. È facile ricevere risposta in breve tempo.

Scegliere le opzioni d’acquisto

Una volta deciso il prodotto da acquistare, scegliere la combinazione prodotto/venditore attraverso le opzioni di acquisto con le seguenti priorità:

  • Dare un’occhiata ad occasioni Warehouse: è sempre buona norma cercare occasioni su prodotti che possono essere “come nuovi” ovvero ricondizionati o con minime imperfezioni come ad esempio la confezione di vendita non originale o danneggiata. In questo caso i prodotti subiscono forti ribassi e fanno parte della categoria “venduti e spediti da amazon” con tutti i vantaggi che questo comporta.
  • Prediligere gli articoli “venduti e spediti” da Amazon anche quando il prezzo è leggermente superiore. Il maggiore prezzo è compensato dalla qualità del servizio post-vendita operato direttamente da Amazon.
  • In secondo luogo, qualora l’articolo non fosse disponibile nella formula “venduto e spedito da Amazon” o se il prezzo di questa soluzione fosse particolarmente elevato rispetto a quello proposto da altri venditori procediamo all’analisi del venditore:
    • Controllare la percentuale di feedback positivi negli ultimi 12 mesi in relazione al numero di feedback ricevuti.
    • Diffidare da venditori con feedback negativi, con pochi feedback o che offrono prezzi troppo bassi.

Scegliere modalità di pagamento e spedizione

Completare l’acquisto inserendo metodo di pagamento e modalità di spedizione. Per il pagamento è possibile utilizzare i diversi metodi accettati da Amazon. Io preferisco sempre la carta di credito. 

Per quanto riguarda le modalità di spedizione è possibile avvalersi di diverse soluzioni qualora non si fosse sempre presenti al domicilio indicato:

  1. Specificando un Punto di ritiro che spesso coincide con uffici postali convenzionati è possibile andare personalmente a ritirare il pacco entro 10 o 14 giorni dalla consegna. Al momento dell’acquisto sarà possibile, selezionare il punto di ritiro più vicino attraverso una mappa interattiva.
  2. Utilizzando un Amazon Locker assimilabili a dei punti di raccolta ma di tipo self-service. Questi sono degli armadi con degli alloggiamenti speciali che si aprono automaticamente presentando uno specifico codice associato all’ordine consegnato. I pacchi consegnati in un Amazon Locker devono essere ritirati entro 3 giorni lavorativi.

In entrambi i casi si riceverà una e-mail di notifica con le istruzioni da seguire per il ritiro e l’avviso di merce pronta.

Amazon presenta spesso delle opportunità da non farsi sfuggire, impariamo a coglierle consapevolmente ed evitare problematiche. Sono a disposizione per qualsiasi ulteriore consiglio in merito!

Non esitate a contattarmi o commentare questo articolo! 

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato