Sony Ericsson X1: a quando Android?

6 Gennaio 2009

Grazie a Sony Ericsson, a Cristiano Callegari, Gloria Luscari e ad Ambito 5, ho ricevuto in prova per il periodo natalizio il nuovo modello di punta per la telefonia mobile e internet in movimento: Xperia X1(specifiche tecniche qui).

Ho notato sul web tante altre recensioni di questo apparecchio (Andrea Beggi, Deeario, DelyMith, Lafra, Fullo, Cristiano Fino, ecc…), sintomo che Sony Ericsson e Ambito 5 sono sensibili al viral marketing e alle campagne di promozione e rating online. Ottima scelta!

Il Sony Ericsson Xperia X1 si pone in concorrenza con iPhone e modelli HTC successivi, l’aspettativa quindi è molto alta. Il dispositivo mi è arrivato in un box un po’ approssimativo. La scatola doveva essere molto ben curata, ma forse per l’utilizzo dei tester precedenti, era danneggiata. Il telefono era già montato e funzionante, ho solo dovuto caricare la batteria. Coloro che l’avevano già testato prima di me avevano già effettuato le operazioni di rito (come ad es. togliere la pellicola trasparente dallo schermo, o il montaggio della batteria). Il telefono in oggetto è disponibile in due colori: black e silver… a me è capitata la versione silver.

L’X1 è molto elegante e le finiture sono satinate. L’alluminio della scocca da una estrema sensazione di solidità alla presa. Per le funzionalità che integra, le dimensioni sono compatte, ma il peso di 160 grammi non lo rende ottimale in fatto di portabilità.

Lo schermo è abbastanza ampio pur avendo una diagonale da 3”, è stretto e lungo. Questo, unito alla forma allungata del dispositivo, consente dimensioni ridotte ma penalizza un po’ la visibilità e la navigazione in vari contesti. La qualità dello schermo è ottima (come testimoniano anche i video dimostrativi disponibili di default) con risoluzione WVGA a 800x480, ma con uno schermo così ridotto, non è facile apprezzarne completamente le qualità in termini di risoluzione e dot-pitch. Inoltre i caratteri piccoli rendono la navigazione difficoltosa usando solo le dita, si rende utile quindi il pennino estraibile fornito in dotazione.

Peccato che a fronte delle enormi qualità grafiche, non corrisponda un touch screen all’altezza. Il dispositivo non eccelle in precisione e in sensibilità, rendendo non ottimale l’uso delle dita per la selezione delle funzioni.

Il dispositivo è dotato di una doppia video/fotocamera: una VGA posizionata ai lati dell’altoparlante frontale (dove solitamente si appoggia l’orecchio durante le telefonate) per le videochiamate, e l’altra sul retro da 3,2 Mpixel con flash (un vero flash, non la classica luce led montata su molti cellulari). La resa della fotocamera principale è buona, tenendo presente che non si tratta di una macchina fotografica, le foto risultano nitide e ben definite grazie anche al face detection.Quando siamo in modalità foto, basta toccare una porzione dello schermo per “centrare” il fuoco sulla zona dell’immagine toccata, questo migliora notevolmente la qualità del risultato finale.

Uno dei punti di forza dell’apparecchio, è la presenza di una completa tastiera qwerty estraibile in modalità slide-in (utilizzabile al posto della pur presente piccola tastiera touch su schermo o riconoscimento della scrittura, che diviene funzionale dopo un lungo training).

Sulla parte frontale, ci sono i tasti funzione personalizzabili e un utile joystick ottico utilizzabile come un touchpad per muoversi nelle quattro direzioni sullo schermo. Quest’ultimo si rivela molto utile quando per qualsiasi motivo non possiamo/vogliamo usare il pennino.

Ho utilizzato il telefono con la mia SIM wind. Un’ottima utility (di provenienza HTC) ha rilevato automaticamente le impostazioni di connettività autoconfigurando l’apparecchio.

La ricezione è nella norma, buona la qualità audio, sia in cuffia sia tramite altoparlante, un po’ deficitario il microfono in modalità viva voce.

La connettività è eccellente sia in wifi, sia in GPRS/UMTS/HSDPA e la configurazione dei vari account è di una semplicità disarmante.

Il modulo Gps integrato è molto rapido nel trovare il segnale, grazie a GPSRapido applicazione che consente di scaricare, la posizione prevista dei satelliti con un intervallo regolare di 7 giorni (eccellente idea…).

Ho provato ad installare l’applicazione di navigazione WayFinder presente sul CD senza successo: l’applicazione non è compatibile con la versione “troppo aggiornata” di Windows Mobile. (?!? – proverò in seguito con altri software di navigazione come garmin o tomtom).

A differrenza dei dispositivi concorrenti (e anche di alcuni sony ericsson di fascia più bassa), l’X1 non è dotato di accelerometro, l’orientamento dello schermo in orizzontale, avviene in un paio di secondi al massimo, estraendo la tastiera oppure selezionando l’opzione via software.

Definita quindi l’ottima qualità dei materiali con cui è costriuto il dispositivo X1, passiamo alle note dolenti.

Il sistema operativo in dotazione è Windows Mobile 6.1 Professional. La memoria di sistema è pari 200 Mbyte scarsi per la sezione programmi (intendo dire lo spazio di run-time per le applicazioni). Il processore è un Qualcomm 7200A a 528 Mhz.

E’ proprio dal sistema operativo che arrivano i punti di debolezza non trascurabili di questo apparecchio.

Windows Mobile non è rinomato in fatto di usabilità. Impostazioni, programmi e utility sono raggiungibili attraverso menu molto poco intuitivi. Il sistema operativo non sfrutta in pieno l’hardware a disposizione e rende complessa anche l’operazione più semplice. Il fatto che alcuni software partano in automatico (come ad es. Active Sync) è una cosa inaccettabile.

Non sono ancora riuscito a capire come disabilitare l’avvio automatico di fring all’accensione dell’X1… (se qualcuno nei commenti vuole illuminarmi la via…)

Il browser internet explorer è ben integrato con il resto del sistema operativo, ma lo ritengo pessimo per la navigazione. Meno male che Ericsson ha dotato l’X1 della nuova versione di Opera Mobile che permette di navigare efficacemente anche in modalità full screen (anche se io attendo Fennec: la versione di firefox per i dispositivi mobili già disponibile per Linux e Maemo Linux).

Una grave mancanza per un sistema operativo Microsoft che si definisce Professional, è l’assenza di Remote Desktop. Non esistono pacchetti di installazione stand alone, e apprendo ora da Andrea Beggi, che esiste “un pacchetto di installazione generico, ma non riconosce la tastiera ed i tasti, quindi è inutile”.

Altro aspetto degno di nota sono i pannelli. Fiore all’occhiello di questo dispositivo a detta di Sony Ericsson, croce e delizia secondo me.

Da un lato i pannelli selezionabili attraverso effetti scenici gradevoli ma esosi di risorse, conferiscono quell’usabilità non propria di Windows Mobile, dall’altro costringono l’utente al loro utilizzo per accedere ad alcune funzionalità particolari (come ad es. la radio). Inoltre, all’accensione, il dispositivo non ricorda il pannello impostato come principale durante la sessione precedente…

Assolutamente eccellente il fatto che Sony Ericsson abbia messo a disposizione degli sviluppatori, un SDK per la realizzazione di applicazioni integrabili appunto come pannelli, incluso un emulatore software dello XPERIA e tutti i template necessari (purtroppo) per Microsoft Visual Studio.

Questo comporterà presumibilmente, una proliferazione di panelli custom per le attività più disparate (già ne esiste uno per facebook…). Da considerare come aspetto positivo è anche il fatto che esiste una grande quantità di software installabili su windows mobile.

Altro aspetto degno di nota è rappresentato dalla gestione degli sms e della posta. Da un lato, la configurazione del mio account gmail è andata liscia come l’olio. Dall’altro, però, non riesco a capire se un sms è stato memorizzato sulla sim o sulla memoria del telefono, e questo mi mette ansia… non so cosa succederà quando tornerò ad usare quella scheda con il mio vecchio telefono… i messaggi li conserverò ??

Il prezzo di 650 euro rendono questo dispositivo destinato ad un target di elite.

Ora: per navigare e sfruttare internet credo sia insuperabile il mio Nokia N810 con Maemo Linux. Per telefonare e mandare sms e mms può bastare un cellulare tradizionale. Nonostante questo l’X1 resta un ottimo apparecchio non pienamente sfruttato dal sistema operativo installato. A me come a tanti altri smanettoni sparsi per il globo, piange il cuore nel vedere lo spreco di hardware di pregevole fattura.

Infatti ci sono già dei tentativi per portare Android (il sistema operativo mobile di google) sull’X1. Speriamo che si arrivi presto a qualcosa di pienamente funzionante per gestire completamente l’hardware di questo gioiello tecnico.

Per ora monitoriamo attentamente questo forum, sperando che queste voci abbiano seguito.

Riassumendo, ecco una tabella con pregi e difetti

Pregi

Difetti

Qualità dei materialiTouch Screen non preciso
SchermoSistema Operativo WM 6.1
TastieraAssenza Accelerometro
Qualità audioAccessibilità funzioni telefono
PanelAccessibilità di alcune funzioni
esclusivamente tramite Panel
Opera MobileExplorer Mobile
Quantità di software installabilePeso
Possibilità di sviluppoPrezzo

Ringrazio ancora Sony Ericsson, Cristiano Callegari, Gloria Luscari che mi hanno permesso di testare e recensire questo dispositivo di elite. Spero di essere stato preciso e utile nella mia recensione, in attesa dei vostri feedback.

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato