User Experience Design nel Digital Training. Quanto è importante?

2 Dicembre 2019

Utilizzare tecniche di User Experience Design nello sviluppo dei contenuti di Digital Training

Coinvolgimento, engagement, retention, interazione sono termini comuni quando si parla dell’erogazione di contenuti formativi digitali. Gli utenti, almeno nelle intenzioni, sono sempre al centro della progettazione, dell’esecuzione e del monitoraggio di un percorso di Digital Training. Contenuto, funzionalità e usabilità si dovrebbero fondere per assicurare la migliore esperienza possibile all’utente in formazione.

In che modo la User Experience Design impatta sul coinvolgimento degli utenti

Un errore comune durante la progettazione e lo sviluppo di un contenuto formativo digitale è quello di credere che gli utenti siano costretti a completare il percorso di training e che con ogni probabilità non torneranno sui contenuti svolti. Questa errata convinzione porta ad un grande errore nel design del contenuto. È infatti necessario costruire oggetti didattici facili da consultare, con una esperienza quanto più possibile divertente e leggera, pensando al fatto che l’utente possa volentieri tornare a visualizzare il contenuto. Analogamente a quanto si fa con un sito web è importante evidenziare i concetti chiave a livello di contenuto, ma anche curare l’interfaccia con la quale gli utenti interagiscono. Questa deve rappresentare un fattore abilitante e non costituire mera presenza visiva o, addirittura, un ostacolo alla fruizione. Durante la progettazione e lo sviluppo le tecniche della User Experience Design sono fondamentali per raggiungere un buon grado di coinvolgimento degli utenti.

L’importanza del Visual

A livello visivo, ad esempio, l’utilizzo di icone può avvantaggiare o addirittura ostacolare l’utente. Senza un preliminare studio di User Experience Design utile a raggiungere la coordinazione tra contenuto e visual, gli utenti potrebbero distorcere il senso del contenuto formativo. È come se stessimo progettando una porta con un pomello senza far capire all’utente se deve spingere o tirare. Il rischio è che l’utilizzo dello strumento venga completamente travisato. In questi casi si richiede al discente uno sforzo cognitivo supplementare, il rischio è che egli possa trascorrere tempo ed energie a capire come navigare ed interagire con il contenuto piuttosto che apprendere effettivamente. Questo pone l’utente in una situazione di frustrazione.

Il comportamento dell’utente

Il comportamento degli utenti di fronte ad un contenuto composto da immagini e testo è normalmente il cosiddetto “F Shape Scanning”. L’attenzione è posta inizialmente sulle prime due righe orizzontali di testo per poi procedere in verticale verso il basso del contenuto. Questo comporta che gli elementi normalmente situati in basso a destra siano quelli a cui viene dedicata normalmente minore attenzione. Sulla base di questo studio comportamentale, i progettisti dovranno utilizzare le tecniche di User Experience Design nello sviluppo del contenuto formativo posizionando i contenuti più importanti nelle zone in cui l’utente è portato a prestare maggiore attenzione.

Efficacia ed efficienza cognitiva

Un errore diffuso tra i designer è quello di accontentarsi che il modulo di digital training evidenzi il contenuto in una forma gradevole agli occhi. Questo non basta per assicurare l’efficacia cognitiva ed il raggiungimento degli obiettivi formativi. La User Experience Design non riguarda solo aspetti di impatto visivo. Oggi è necessario pensare al contenuto sia dal punto di vista tecnologico sia dal punto di vista pedagogico utilizzando tutte le strategie per rendere semplice l’elaborazione delle informazioni erogate attraverso lo schermo. Eliminare ogni sforzo cognitivo che non sia indirizzato verso il messaggio che si vuole veicolare, garantisce la migliore esperienza di digital training.

È possibile quindi ripensare anche i contenuti più didascalici per attirare l’attenzione verso collegamenti e percorsi formativi ingaggianti. Al giorno d’oggi le tecniche del marketing, che mirano allo studio del comportamento dell’utente per massimizzare l’impatto persuasivo della comunicazione, possono (e talvolta devono) essere efficacemente utilizzate nella progettazione di un contenuto formativo digitale.

In questi contesti è molto importante lo scambio di esperienze nella progettazione, alla luce delle tecniche esplorate, le implementazioni possono essere molteplici, portare a differenti output che evidenziano risultati differenti. La sperimentazione e l’analisi dei risultati anche su un campione di utenti può essere fondamentale per comprendere in che modo direzionare le scelte di User Experience Design.

Quali sono le vostre esperienze in merito? Quali tecniche utilizzate più di frequente? In che modo progettate e sviluppate i vostri percorsi di Digital Training?

Per approfondire

Ecco alcuni consigli di testi per affrontare il tema della User Experience Design nel Digital Training

Consigliatemi anche le vostre pubblicazioni preferite sul tema!

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato