Learning Experience Platform. Apprendimento continuo e performance

Alessandro Pagano

13 Gennaio 2020

Apprendimento continuo e Performance

L’apprendimento continuo è uno dei fattori chiave di successo per il miglioramento delle performance del capitale umano in azienda. Ogni fine/inizio anno è tempo di bilanci e della periodica review delle performance attuata tramite l’analisi degli indicatori e di applicazione delle metriche di valutazione. Questa strategia può essere messa in atto tramite un Learning Experience Platform. 

A valle di questa importante fase analisi si provvede all’aggiornamento della mappa delle competenze e delle performance e vengono individuati i gap da colmare, i miglioramenti attesi e gli obiettivi da raggiungere.

Un piano di formazione integrato e tarato sulla base delle risultanze di questa analisi permetterà di raggiungere gli obiettivi prefissati e di migliorare le performance della forza lavoro.

Il training è fortemente connesso alle performance ed è una fortissima leva che ne influenza continuamente il livello. La pianificazione dell’apprendimento continuo è oggi guidata dagli obiettivi di performance piuttosto che dalla “compliance” o dalle previsioni aziendali sulle future sfide di business.

Il più valido alleato tecnologico nell’erogazione dei contenuti e nel continuo tracciamento delle performance è senza dubbio l’LMS (Learning Management System). Questo strumento, a prescindere dai contenuti formativi erogati, è il compagno di viaggio del capitale umano in costante evoluzione nella formazione e nelle performance.  

L’analisi delle specifiche esigenze dei dipendenti fa emergere un quadro particolarmente chiaro in merito alle loro abitudini nell’accesso ai contenuti di digital training. Le aspettative prevedono contenuti brevi, strutturati in maniera parcellizzata (microlearning). I contenuti più apprezzati sono veicolati attraverso le graphic fiction, i video, i podcast o le infografiche perché offrono chiari vantaggi in termini di facilità di fruizione ed immediatezza. L’aspetto più importante in questo contesto è che l’apprendimento deve essere progettato ed erogato come parte integrante della vita lavorativa quotidiana dei dipendenti.

Come detto, dotarsi di un software LMS evoluto che consenta l’analisi e la costruzione di un preciso quadro delle performance in relazione alle competenze è una scelta vincente per qualsiasi organizzazione. Secondo una ricerca Gartner, entro il 2022, oltre il 30% delle grandi organizzazioni adotterà un sistema di gestione delle performance che consenta un approccio personalizzato e mirato a soddisfare esigenze specifiche. La pianificazione degli interventi di Digital Training abbandonerà presto il modello a “taglia unica” per sposare un approccio mirato alla personalizzazione e alla massimizzazione dell’efficacia formativa.

Mentre in passato ci si è concentrati pragmaticamente su aspetti come l’erogazione, il tracciamento e la reportistica tipica degli LMS (learning management system), oggi il focus si sposta su un approccio teso a personalizzare l’esperienza di training. I moderni Learning Experience Platform (LXPs) personalizzano e semplificano l’intera esperienza utente impegnato nella formazione continua. Le funzionalità aggiuntive ravvisabili negli LXPs sono:

Virtual Learning Assistant: l’intelligenza artificiale consente una analisi avanzata dei dati esperienziali e permette di adattare l’esperienza utente dinamicamente offrendo un elevato grado di personalizzazione. A volte le intelligenze artificiali sono integrate in tutor virtuali. Questi “chatbot” possono rispondere a domande, coadiuvare attività di apprendimento collaborativo o integrare il training con materiali didattici supplementari.

Social Learning: i moderni LXPs permettono la condivisione di contenuti generati dagli utenti facilitando la condivisione delle esperienze e delle best practices. Il risultato è un apprendimento continuo attraverso la generazione continua di contenuti formativi non convenzionali.

Gestione dei contenuti provenienti da fonti non convenzionali: molto spesso gli interventi di Digital Training falliscono perché c’è disallineamento tra le esigenze di apprendimento ed i contenuti formativi. Un LXP può erogare contenuti provenienti da più fonti (interne o esterne all’organizzazione) a seconda dei profili dell’utente e al suo personale stile di apprendimento. Questo approccio consente un elevatissimo grado di coinvolgimento dell’utente e assicura un elevato grado di retention degli utenti in formazione.

Valutazione delle performance e training sono quindi due facce della stessa medaglia e contribuiscono all’unisono ad alimentare il circolo virtuoso che rafforza il set di competenze e valorizza i talenti in azienda. L’adozione consapevole di un Learning Experience Platform può cambiare il modo in cui l’azienda accoglie e affronta le quotidiane sfide di crescita e miglioramento continuo.

Per approfondire

Consigliatemi anche le vostre pubblicazioni preferite sul tema!

Follow Me

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sulle mie attività!

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai una mail ad ogni post pubblicato